Skip to content

Nayt – Lividi Lyrics

Lividie Lyrics – Nayt

Yeah
Eheheh
3D baby

La mia vita è
Una pugnalata dopo l’altra, vuoto, salta
Fuoco, Sparta, fotto i soldi ancora
Anche se non ho poco in banca
Sto con i pantaloni calati sul palco
Scopo in pancia questa scena al rogo, è tanta
La fame che ho, la sento forte e il volo stanca
Scolo Fanta, stono mai, mi sfogo, guarda
Spacco anche se suono l’arpa, sono qui
Guarda il suolo, schiantati
No, non c’è nessuno dove sto
È uno spasso, giuro, come no
In mercato assumo dov’è il nord
Io gli passo in culo come il POV
Se mi sento grande schivo
Quel che penso: spacco, ai fan descrivo
Mi odieranno più di tutti, come fa l’Italia oggi con un clandestino
Ma a me che cazzo fotte quando qui spingo forte
Brucio le ruote, se mi senti uno vero è perché lo sono
Se ti senti uno scemo, sono le droghe
Ra-ra-ra-ra-rappo ma il cielo è estivo
Siete fake e parlate, ma il vero è schivo
Corro sempre che sudo, via le tossine
Mi tirano le rose, non vedo spine

E mi sento libero, libero, libero
E non siamo simili, simili io e te
Salgo ma qui è ripido, ripido, ripido
E sul volto ho i lividi, lividi, oh, uoh
E mi sento libero, libero, libero
E non siamo simili, simili io e te
Salgo anche se è ripido, ripido, ripido
Me ne fotto se c’ho i lividi, lividi, oh, uoh, uoh, uoh, uoh

Ai nati nella fede delle bandiere, barriere, chiacchiere, tastiere
Gli attratti dalla luce come falene, da mele dal cielo (Marlene)
Vuoi sbattere la testa sul vetro? Come se rompesse il cielo
Vede in bianco e nero e vuole l’oro, prego
Spero che ti fotte e che ti fotta il mondo intero (Bella)
Vivo in questo posto del cazzo, giro in queste strade di merda
Schivo questa gente del cazzo, con le loro facce di merda
Odio ‘sta merda, odio questi soldi del cazzo
Tanto quanto quando stavo senza e pensa:
Dovrei farne un vanto per averne il doppio
Ma valerne un quarto se è per farvi concorrenza
Qua la folla saprà presto bene se mi manda Dio
Frate’ ascolta solo chi si annoia
Mentre aspetta e freme che esca il disco mio
Ba-balbetti se-se mi-mi becchi co-così pa-pare vai a tempo
Ma io non ho tempo per ‘ste sceme
Voglio valere non prevalere, ehi

E mi sento libero, libero, libero
E non siamo simili, simili io e te
Salgo ma qui è ripido, ripido, ripido
E sul volto ho i lividi, lividi, oh, uoh
E mi sento libero, libero, libero
E non siamo simili, simili io e te
Salgo anche se è ripido, ripido, ripido
Me ne fotto se c’ho i lividi, lividi, oh, uoh, uoh, uoh, uoh