Claver Gold – Intro (Questo non è un cane) Lyrics

Intro (Questo non è un cane) Lyrics – Claver Gold

Mi hanno detto che
Non ci sarebbero stati più abusi di potere
Che un giorno avrebbe perso il male e avrebbe vinto il bene
Che avremmo vissuto alla pari, sì, alla pari
Come se il colore della pelle non fosse una discriminante
Come se fosse importante quale dio sia il più importante e quale sia il più grande
Che il nemico è l’uomo col turbante
Mi hanno detto che un uomo conta per quel che vale
Che il denaro non costituisce un capitale
Che non potevamo decidere noi chi decapitare
Ci potevi capitare nella pena capitale
Mi hanno detto che il mondo è diventato individualista
Da idealista a anarchico, da anarchico a fascista
Da compagno a vecchio stanco con la barba, magari
Un libro e un bicchiere di vino, non ha più voglia di lottare
Mi hanno detto: “Proletario, povero, contadino
La cultura non ti salverà, no, l’arte non esiste”
È un mondo dadaista, esteta, culturista
Si gonfia e si sgonfia, a seconda dei punti di vista, sì
Il mio punto di vista
Mi hanno detto che i cani sono meglio delle persone
Che questo non sono io, è solo un mio ritratto
E dunque non rappresenta un’opera, non ha nessun valore
Mi hanno detto: “L’amore è pericolo”