Night Skinny – ​Millesimati Lyrics

Millesimati Lyrics – Night Skinny

G postato su ‘sto belvedere
Il mio nuovo film è da vedere
In balconata bevo Belvedere
Squeezo limonata sul suo bel sedere
A ‘sto giro famo il golden goal
Pe’ ‘sti figli di puttana serve il Golden Blood
Anatra in piscina come Tony
Io e mio cugino Vinnie, Narcos Noyz, Night Skinny
Dio dinamic, blood fanatic
Rilassato drippo gocce nei millesimati
Rap diplomatic, ricchi non diplomati
Brindano al mio tavolo gli Illuminati
Luoghi dismessi, la clique si allarga
Se sei svelto di riflesso segnati la targa
Se spendessi tutto il mio cash pe’ vestimme
Glie ‘nsegnerei lo stile a ‘ste scimmie

Che buc sott’ ‘e scarp, a scarp (?)
I soldi m’hann mai cagnat all’esser signor
M’hann mai fatt’ mettr a pecor’ mai na troia
[?] talent ‘frat a me, che è ‘na miniera d’or
Che buc sott’ ‘e scarp, a scarp (?)
I soldi m’hann mai cagnat all’esser signor
M’hann mai fatt’ mettr a pecor’ mai na troia
‘Amm fatt sold senza diploma

‘Sto al passo coi tempi col Rolex indietro
Ti presto un K, fra, si chiama Pietro
La mando a casa se mi fa del press
C’è il suo punto G nella mia American Express
Ah, sto brindando ad un album in più
Ah, mentre stappo una Magnum di Krug
Ah, il tuo disco sembra riciclato
Scrivo soldi sopra ai soldi, Virgil Abloh
Quando prendo il saldo corro via di sgamo
Vado a spendermelo tipo un bambino viziato
Non mi sono presentato all’esame di stato
Ero in bagno che facevo l’esame di sta tro’

Lebon è sempre in forma, dillo un po’ a sti scemi
Col mic ti piglio per il culo, faccio bodyshaming
Coordinato nel mio denim, merito due Grammy
Non ti ascolto mentre gremo, scusa bro, dicevi?
So evil, Armageddon, next level
Hai davanti un orso, Nurmagomedov
Metto a terra Khabib, squaglio il tempo d’Ali
Mi fai una sega a quattro mani, alla dea di Kali
Faccio l’ultimo shot prima dell’ultimo shot
Torno a casa il mattino, sembro uno screenshot
Il momento giusto è quando non lo aspetta
Poi gli mando il cazzo in chat con la V di Vendetta

Che buc sott’ ‘e scarp, a scarp (?)
I soldi m’hann mai cagnat all’esser signor
M’hann mai fatt’ mettr a pecor’ mai na troia
[?] talent ‘frat a me, che è ‘na miniera d’or
Che buc sott’ ‘e scarp, a scarp (?)
I soldi m’hann mai cagnat all’esser signor
M’hann mai fatt’ mettr a pecor’ mai na troia
‘Amm fatt sold senza diploma

‘A famiglia, ‘a famiglia, ‘a famiglia, ‘a famiglia, ‘a famiglia, ‘a famiglia, ‘a famiglia