Ernia – NON HO SONNO Lyrics

NON HO SONNO Lyrics – Ernia

Ma quando dormo
Dio mi consiglia, ma stasera non ho sonno
So quando esco ma non so a che ora torno
Muovo la testa finché non mi spezzo il collo
E dicono: “No, io ormai non ti riconosco più”

Per i soldi, due per sta roba
Tre per Milano che mi sembra Gotham
Uno per i soldi, due come l’uno
Tre per chi invece ha paura del buio

Ehi tu, vuoi sapere la news?
Spremo teste ai miei nemici come fosse orange juice
Ha colato tutto il tavolo per una Grey Goose
Ma te chiami Ambrogio, non sei Jesus né Papoose
Mordo il culo come il logo di Apple
Lei è ammutolita e non le ho ancora messo la gag ball
Patrimonio UNESCO il pizzo arabesco
Gliel’ho levato presto, frate’, senza effort
E quando chiami tu la notte
Appare il Mat-segnale col mio logo
Lei che mi arriva a domicilio come Glovo
Dichiarati parte lesa
Ho preso soldi ovunque, frate’, a parte in chiesa
Ci hai fatto la serata, alla fine non si è stesa
Ma tu hai fatto pago pago come in Polinesia

Ma quando dormo
Dio mi consiglia, ma stasera non ho sonno
So quando esco ma non so a che ora torno
Muovo la testa finché mi spezzo il collo
E dicono: “Io ormai non ti riconosco più”

Per i soldi, due per sta roba
Tre per Milano che mi sembra Gotham
Uno per i soldi, due come l’uno
Tre per chi invece ha paura del buio

Stronzo mugola
Non bevo le cazzate dei colleghi, fra’, mi ci rinfresco l’ugola
Cerca il mio nome, googla
Scopri che dovrei star residente come opera vivente al Guggenheim
Caliamo giusto in tre
Col flow metti il busto, frate’, aggiusto il gel
Vendo come Justice feat. Justin Rap però I don’t dance
Scemo, I just lean back
Drizzo le antenne per l’atollo alle Antille
Ti privo del follow se ne hai già dette mille
“Gli occhi, chico, non mentono” dice Rose Villain
Infatti ho ancora cuore e dollari riflessi nelle pupille
Chiamami Matteo Bonifico Duca
Con annessa la tipa che tu, bel rapper, che asciuga
Con gli orecchini da pirata, Tortuga
E il tenore, zio, da bagnasciuga

Ma quando dormo
Dio mi consiglia, ma stasera non ho sonno
So quando esco ma non so a che ora torno
Muovo la testa finché mi spezzo il collo
E dicono: “Io ormai non ti riconosco più”

Per i soldi, due per sta roba
Tre per Milano che mi sembra Gotham
Uno per i soldi, due come l’uno
Tre per chi invece ha paura del buio